Categoria: Altro

Liquirizia per digerire

Ecco a voi la Liquirizia.

Particolari studi effettuati sulla radice di questa pianta, hanno dato risultati veramente esaltanti! Ma c’è di più! Ho deciso di svelarti un po’ di questi segreti proprio in questo articolo!

È risaputo come le medicine di sintesi, in particolare gli antidolorifici e gli antinfiammatori, possano essere la causa di varie problematiche riguardanti lo stomaco.

A lungo andare, soprattutto nei casi di terapie prolungate, esiste il rischio concreto di incorrere in problemi gravi e fastidiosi quali le ulcere.

Nella liquirizia è contenuto un principio attivo chiamato glicirrizina che, grazie alla sua azione, apporta grossi benefici a chi soffre di dolori di stomaco e difficoltà di digestione.

Ora ti dirò cosa puoi fare per lenire i tuoi disturbi!

Come consigliato dall’Agenzia onoranze funebri Roma, per i dolori riguardanti lo stomaco, è molto consigliato il succo che viene estratto dalla radice della liquirizia. La terapia consiste nell’assumere 1 g di questo succo diluito in 100 ml d’acqua calda. Come dose, quella ottimale è di circa 2 o 3 volte giornaliere.

Per quanto invece riguarda le persone che soffrono di infiammazioni delle mucose gastriche, è importantissimo sapere che, secondo studi accurati, la liquirizia protegge le mucose gastriche, prevenendo e calmando, in particolare, i tanto odiati e dolorosissimi crampi ad intestino e allo stomaco. La cura in questi casi è una Tisana di liquirizia da bere (3 tazze di al giorno).

Come abbiamo detto, la proprietà più importante di questa pianta è quella che riguarda la cura e la prevenzione delle ulcere dello stomaco.

La liquirizia può dare un grosso aiuto a chi soffre di ulcere gastriche di tipo non emorragico per lenirne i disturbi ma soprattutto è in grado di bloccarne lo sviluppo.

Studi scientifici, infatti, hanno dimostrato che la liquirizia protegge le mucose gastriche, prevenendo e sciogliendo i crampi di stomaco e intestino. La posologia è di 3 tazze per un periodo continuativo che va dalle 4 alle 6 settimane per notare dei risultati davvero considerevoli. La costanza in questi casi è davvero importante.

Grazie a queste ottime proprietà, la liquirizia può essere utilizzata per la cura di questi disturbi al pari dei farmaci più conosciuti in medicina.

Le controindicazioni principali della liquirizia sono due

La liquirizia è vivamente sconsigliata, se non in moderatissime dosi, per chi soffre di pressione alta.
In gravidanza un largo consumo faciliterebbe l’aumento delle possibilità di problemi cognitivi e comportamentali nei neonati (come da fonte American Journal of Epidemiology)
Come avrai potuto capire, in natura sono presenti prodotti che possono veramente aiutarci per prevenire alcuni problemi senza dover subito ricorrere alle medicine di sintesi che spesso sono molto dannose.

Utilizzare prodotti naturali molto spesso significa vivere in modo migliore la nostra vita.

Materiali per i pavimenti: quali scegliere?

Per sua stessa natura, il pavimento è qualcosa che viene continuamente calpestato, ma riveste comunque una certa importanza all’interno di ogni casa, ufficio o locale.

Nonostante il pavimento sia spesso nascosto da mobili e tappeti, e nonostante si faccia spesso mettere i piedi in testa, non si può certo dire che sia una componente poco importante di ogni stanza. A seconda del tipo di pavimento che scegliamo, la nostra casa o il nostro negozio acquisteranno un certo stile e una luce particolare, per non parlare poi dei mosaici artistici, capaci di rendere ogni stanza davvero unica. In un contesto del genere, l’arrotatura marmo Roma, può essere utilissimo per evitare qualunque tipo di problema. Quando si realizza la posa in opera di pavimenti, dunque, bisogna scegliere attentamente il tipo di pavimentazione e i materiali che vogliamo usare, e non solo per motivi estetici: un materiale potrebbe avere delle caratteristiche per cui si presta meglio di altri ad essere posto in ambienti che necessitano di un’igiene massima o di un efficace isolamento termico. Bisogna inoltre tenere presente che il pavimento non è come un tavolino o una sedia, che possiamo decidere di cambiare spesso, è invece un elemento che si spera duri per molto tempo.

Scegliere il pavimento giusto, soprattutto se si hanno dei bambini piccoli

Per tutti questi motivi quella del pavimento è una scelta importante, da non prendere alla leggera, una scelta che bisogna fare tenendo in considerazione sia lo stile della stanza, perché certamente il fattore estetico ha un certo peso, che la funzionalità. Molti sono i materiali usati per i pavimenti, dal legno al marmo, dalla resina al porfido, e ognuno si presta per un particolare uso. Innanzitutto possiamo fare una prima distinzione tra pavimentazioni esterne e per interni. Nel primo caso, possiamo scegliere tra il porfido, un materiale antico ma mai fuori moda, il cotto, la betonella e il klinker, ma possiamo optare anche per una pavimentazione in pietra, in marmo o granito o addirittura per il legno (esistono infatti dei parquet particolarmente resistenti e adatti quindi anche per gli esterni). Tutti questi materiali sono adatti per portici, giardini e terrazze, e li si può scegliere in base al proprio gusto personale e allo stile della casa.

La scelta

La scelta è molto ampia anche per quanto riguarda i pavimenti per ambienti interni. Ci sono ambienti in cui l’igiene è di massima importanza, come nei bagni o in locali frequentati da bambini molto piccoli. In questi casi la scelta migliore è puntare sui pavimenti in resina, che offrono molti altri vantaggi. Innanzitutto, questi tipi di pavimenti possono essere sovrapposti al pavimento già presente, il che riduce di molto i costi della posa in opera. Un altro vantaggio è dato dal fatto che i pavimenti in resina non hanno né fessure, né fughe, il che facilita molto le operazioni di pulizia. Tra gli altri materiali usati per gli interni, non si può non citare il legno. I pavimenti in legno hanno innumerevoli vantaggi: il legno è un ottimo isolante termico e acustico, ma è anche uno dei materiali più belli da vedere, capace di rendere ogni stanza calda e accogliente. Alcuni tipi di parquet, inoltre, sono molto resistenti all’umidità, e possono essere quindi impiegati, oltre che per le camere da letto, anche per i bagni e le cucine, oltre che per le pavimentazioni esterne. Il marmo, infine, è un materiale particolarmente indicato se vogliamo dare un tocco di lusso ed eleganza alla nostra casa, ma sia la posa in opera che il materiale stesso possono risultare molto costosi.

Se un libro per bambini piace anche agli adulti

Spesso considerati come una sotto categoria ad esclusivo uso dei lettori più piccoli, i libri e i racconti per ragazzi ultimamente stanno riscuotendo un grande successo anche tra chi ha superato da un po’ la maggiore età. Il caso più esemplare e più eclatante, in questo senso, è probabilmente quello do Harry Potter, il maghetto partorito dalla mente di J.K. Rowling e diventato ormai un cult non solo per i bambini, ma anche per i più grandicelli. Tra gli appassionati del maghetto non ci sono infatti solo fanciulli e ragazzini alle prese con la lettura dei loro primi romanzi, ma anche lettori più grandi e in molti casi già scafati. E cosa non meno significativa, le gesta di Harry Potter sono ormai diventate argomento di tesi e di corsi di laurea.

Quando si parla di qualcosa che è estremamente piacevole, si pensa al veglione e allo Sheraton Roma capodanno. In un contesto così lussuoso, passare il 31 dicembre non può che essere un’esperienza straordinaria. L’interesse suscitato dai romanzi della Rowling su tutte le fasce di età è in realtà solo la punta dell’iceberg, un iceberg che comprende anche il genere Fantasy, con Il Signore degli Anelli in primis, e autori che ormai sono diventati dei classici della letteratura tout-court, e non solo della letteratura per l’infanzia. Le opere di Roald Dahl, per esempio: amatissimo da varie generazioni di bambini, i libri del narratore britannico – ma di origine norvegese – sono delle spassosissime letture anche per chi non è più bambino. Non è un caso che molti dei libri scritti dal buon vecchio Dahl abbiano dato vita a delle strepitose trasposizioni cinematografiche, a film amati tanto dagli adulti quanto dai bambini, come nel caso de La fabbrica di cioccolato (in entrambe le trasposizioni, quella più recente ad opera di Tim Burton e quella di Mel Stuart del 1971) e di Fantastic Mr Fox.

Opere per bimbi e ragazzini… o forse no?

Ci si potrebbe chiedere come mai queste opere, catalogate come storie per ragazzi o bambini, piacciano sempre di più anche agli adulti. Qualcuno potrebbe parlare di una sorta di regressione alla fanciullezza (che nell’epoca della sindrome di Peter Pan e dei bamboccioni cadrebbe a pennello), o di un semplice divertissement senza pretese. In realtà il motivo per cui questi libri piacciono tanto anche agli adulti è perché sono scritti bene, sono avvincenti, sono divertenti e commoventi, ossia hanno, se non tutte, molte delle caratteristiche che si ricercano nei libri che si leggono. Ritorniamo ad esempio sulle opere di Roald Dahl: pochi libri possono vantare lo stesso senso dell’umorismo e il sarcasmo che caratterizzano libri quali Matilda, Gli Sporcelli o il GGG, e sfido qualsiasi adulto grande e grosso a leggere qualche pagina di questi o di altri romanzi senza farsi una bella risata. E l’uso eccellente delle parole e delle tecniche per tenere il lettore incollato al libro nell’attesa di cosa succederà nel capitolo successivo sono, per così dire, senza età. Certo le trame, spesso fantasiose, per non dire irreali, cozzano un po’ con la percezione del reale che (molti) adulti hanno acquisito con l’età, e potrebbero quindi non facilitare l’immedesimazione con i personaggi. Ma i sentimenti di fondo, le riflessioni e i messaggi lanciati da alcuni di questi bravissimi autori di libri per l’infanzia possono davvero essere considerati universali, e per questo possono essere apprezzati anche da chi dell’infanzia ha solo un ricordo sognante.

Certo anche nel campo dei libri per l’infanzia le generalizzazioni non sono possibili, e non si può negare che molti libri per bambini non sono in grado di appassionare più, dopo una certa età, ma se vi capita di leggere un libro di vostro figlio o del vostro fratellino minore, e questo vi cattura irrimediabilmente, non preoccupatevi: non vi state appassionando ad una storia per bambini, ma semplicemente ad un buon libro.

Moda e pubblicità: provini e casting per i bambini

Le agenzie di moda e pubblicità per bambini si trovano prevalentemente ad operare nelle grandi città, in particolare Milano, Roma e Firenze, ma è possibile trovarne di ottime e serie anche nelle zone geografiche dove operano le aziende più importanti del settore dell’abbigliamento per bambini.

Grazie ad internet, poi, è possibile individuare dove si svolgono i vari casting per la selezione dei bambini verificando così se si posseggono o meno i requisiti per partecipare alla selezione, ovvero età, eventuali dettagli fisici, ecc. In tal senso, un buon posizionamento s.e.o. Roma può comportare una grande visibilità, che si traduce in vantaggi alquanto interessanti sia per l’azienda che per i giovani modelli.

Book fotografico per i giovani modelli

A differenza delle modelle e modelli adulti, per i quali il book fotografico è essenziale, le agenzie di moda per bambini non richiedono la presentazione di foto particolarmente curate e realizzate da professionisti proprio perché i piccoli modelli, soprattutto fino ai 5-8 anni, sono soggetti a cambiamenti continui e quindi una spesa di questo tipo sarebbe inutile. Per le agenzie di moda è essenziale valutare nel momento stesso dei provini, quali bambini possono o non possono essere adatti per quella determinata sfilata di moda o pubblicità, a prescindere da eventuali foto.

Inoltre per capire se ci si trova ad avere un rapporto con una seria agenzia di moda per bambini, è importante evitare tutte quelle strutture o personaggi ambigui che chiedono del denaro in cambio di possibilità di lavoro, ecc. Le serie agenzie di moda per bambini non hanno alcun motivo per chiedere alcuna cifra, neppure a titolo di rimborso e, tra l’altro, compensano sempre i piccoli modelli o con denaro o con capi di abbigliamento o altri oggetti di valore.

A ulteriore conferma della loro correttezza, le agenzie di moda per bambini comunicano sempre ai genitori, prima di iniziare il lavoro, da quale azienda è stato commissionato e quale sarà l’uso e la destinazione delle immagini. Anche in questo ambito infatti, bisogna fare grande attenzione affinché non si sfrutti l’immagine dei piccoli modelli